1° SPECIAL SERVICE FORCE PATCH

zekss

Devil’s Brigade era il nome con cui veniva identificato il 1st Special Service Force, un unità d’elitè creata nel corso del 1942 e composta da personale statunitense-canadese. In quel particolare frangente della guerra le forze alleate avevano la necessità di indebolire la macchina bellica nazista che fino ad allora sembrava inarrestabile, per fare questo era necessario poter disporre di unità con un livello di addestramento fuori dal comune (precursori delle moderne forze speciali di oggi) in grado di operare dietro le linee nemiche per compiere azioni di sabotaggio mirate contro obbiettivi dall’importante valenza strategica.

La Devil’s Brigade (conosciuta anche come the Black Devils o Black Devils brigade) operò nelle isole Aulettine, nella campagna d’Italia e di Francia, la leggenda vuole che proprio durante la campagna d’Italia i membri dei Black Devils (cosi chiamati perchè si pitturavano il viso di nero usando il lucido da scarpe durante le operazioni notturne) lasciavano sui cadaveri dei soldati tedeschi da loro uccisi la patch del reparto dove in tedesco vi era scritto “Das dicke ende kommt noch” ossia “il peggio deve ancora venire” creando un effetto psicologico devastante sulle truppe naziste.

In tempi più recenti (operazione Enduring Freedoom) l’insegna del 1st Special Service Squadron è ricomparsa sulle spalle delle forze speciali americane e canadesi (DevGru, Cansofcom).

bxw8n

 

One comment

  1. Faith

    Complimenti al Blog.
    Davvero ben fatto e soprattutto molto interessante. Il migliore Blog di informazione sul mondo degli equipaggiamenti!

Post a comment

You may use the following HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>