COLT MK18 RECEIVER BIG DRAGON

Quando scoprii questo receiver la prima volta 6\7 mesi fa rimasi entusiasta dell’idea di poterci mettere le mani sopra, la scelta per chi vuole dei gusci mk18 è limitatissima in quanto solo avalon ha mai realizzato delle repliche di questi receiver e non è un mistero quanto sia difficile metterci le mani sopra.

Ebbi occasione di poterli visionare grazie a un amico ma il prodotto che avevo visto in foto non era quello che avevo davanti: materiali, particolari e lavorazione lasciavano molto a desiderare. Cosi quando big dragon annunciò la vendita di una serie di accessori dedicati al mk18 non gli diedi troppo peso, ma un amico thailandese li acquistò rimanendone soddisfatto, a suo dire la produzione aveva fatto un passo avanti e le nuove versioni meritavano di essere provate.

E cosi eccoci qui ad esaminare questo nuovo receiver mk18 big dragon per AEG (è prodotta anche una versione per GBB).

Contenuto in un anonima confezione in cartone troviamo il receiver adagiato nella spugna preformata, le minuterie e gli accessori sono invece contenuti all’interno della scatola rettangolare (gli articoli sono imbustati per tipo), per essere un prodotto ACM il package è lodevole e sopratutto la dotazione è molto completa a differenza di altri receiver di marche più blasonate dove determinati componenti non sono compresi.

Il receiver in tutto il suo splendore, salta subito all’occhio la colorazione in matt gray fedele al colore del receiver dell’m16a2 da cui deriva (mentre oggi i receiver AR militari sono anodizzati neri).

Sulla parte SX troviamo i loghi AR15 tipici degli m4 con canna da 10,5″ assemblati dalla marina con lower degli m16a2.

Sulla parte DX troviamo la serigrafia al laser che indica che il fucile è stato assemblato presso l’NSWC-crane (naval surface warfare center crane division) in indiana, dove gli m16a2 furono convertiti al nuovo standard mk18 mod.0.

Il receiver è composto da una lega di alluminio\zama, da non accomunare ai normali receiver ACM (dboys, jg) quanto più a una versione più povera di g&p\king arms ma attenzione “povera” non in senso dispregiativo.

Anche le minuterie sono verniciate con un colore molto fedele alla controparte originale (sebbene un pò sporche).

Cioè che colpisce di questo receiver è l’assoluta mancanza di giochi tra lower e upper receiver ,il peso contenuto dello stesso, la buona cura dei particolari (un errore grossolano la mancanza dell’incisione full sul lato DX)  nonchè il prezzo abbordabile ne fanno un prodotto molto appetibile per chi intende realizzare una replica del mk18 curata nei particolari.

Piccola nota : purtroppo l’esemplare in mio possesso aveva qualche righetta di troppo, probabile risultato di un controllo qualità non severissimo, scotto da pagare quando si parla di aziende cinesi.

Post a comment

You may use the following HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>