CYBERGUN TANFOGLIO LIMITED CUSTOM

piccola3jpg2

La Tanfoglio Limited Custom è una pistola semi-automatica in singola azione (in calibro 9×21\40 S&W) deriva dalle CZ75 ed è stata realizzata espressamente le gare IPSC classe standard, la loro efficacia non ha mancato di farsi apprezzare durante le competizioni tanto che un campione come Eric Grauffel l’ha scelta come fidata compagna di gara.

b0989c88-16bf-43b1-a117-24c2ede9873a

Per chi non lo conoscesse ricordo che Eric Grauffel è famoso per una serie di vittorie senza precedenti (177 president medals nel suo palmares) e ben 4 titoli mondiali IPSC, con una stima di oltre 3 milioni di proiettili sparati dal 1995 a oggi.

Cybergun detentrice del marchio Tanfoglio ha commercializzato all’inizio di quest’anno due diversi modelli di pistole (realizzati da KWA): la Tanfoglio Limited custom e la Tanfoglio Gold Custom, entrambe realizzate con lo scopo di fornire ai praticanti del tiro dinamico (e della sua derivazione airsoft) delle repliche per potersi allenare che restituissero un feeling  a livello di maneggio, funzionamento e peso simile alla controparte reale.

Il modello preso in esame oggi è la Tanfoglio Limited Custom, viene fornita nella classica confezione tipica delle pistole Cybergun.

blog40

La dotazione è molto essenziale e comprende oltre alla pistola solo una chiave esagonale, un fondello di riserva per il caricatore (che trattiene la shell di Co2), le istruzioni e una confezione di pallini.

blog41

Appena estratta dalla confezione questa replica vi farà rimanere a bocca aperta: l’ottima bilanciatura, il peso realistico (1200g contro i 1400 dell’arma vera) e lo scatto pulito sono qualità che non si trovano spesso nelle repliche di oggi che troppe volte tendono a privilegiare la solo parte estetica a scapito del resto.

blog37

Mi lascia un pò perplesso la decisione di KWA di non replicare fedelmente la verniciatura della Limited Custom originale ma optando per una verniciatura uniforme in grigio canna di fucile.

blog36

Sul corpo serigrafati al laser troviamo i loghi Tanfoglio , quelli del produttore (Kwa), il numero di matricola e la lettera F dentro al pentagramma (indica che il modello è stato catalogato dal banco di prova tedesco).

blog25

blog24

Sulla  parte anteriore e posteriore dell’impugnatura sono presenti delle superfici zigrinate per aumentare il grip.

blog28

blog26

Il beavertail è maggiorato per aumentare il controllo durante il ciclo di sparo.

blog19

Sul fusto troviamo una serie di 4 fori filettati per parte che servono qualora si voglia installare sulla pistola un sistema di mira opzionale (C-more o micro-dot).

blog12

La tacca di mira posteriore è regolabile in altezza e deriva, mentre l’anteriore è amovibile e può essere sostituita con una di dimensioni maggiori.

blog21

blog22

blog23

La leva della sicura è ambidestra ed è molto comoda da azionare  in tutte le situazioni fornendo anche una comoda base di appoggio per il pollice in fase di tiro.

blog13

blog15

Il pulsante di sgancio caricatore è maggiorato, una precisa scelta dettata dalle necessità del tiro IPSC, dove la velocità nell’esecuzione di questa operazione è fondamentale.

blog17

Anche il bocchettone del caricatore è maggiorato per facilitare i rapidi cambi di caricatore nella fasi più concitate delle competizioni.

blog20

La Trigger guard è squadrata mentre sul grilletto è presente un foro per l’installazione di una trigger-stop.

blog18

Il caricatore è in metallo e la ha capacità di 16 bb (contro i 18 dichiarati), al suo interno è alloggiata la shell di Co2 necessaria per il funzionamento della replica.

blog1

blog42

Per sostituire la shell basta svitare il fondello alla base del caricatore con la chiave esagonale fornita in dotazione.

blog3

Per separare fusto e carrello si deve estrarre il traversino dell’hold open (fate attenzione alla mollettina presente sotto di esso).

blog16

blog9

blog10

Una volta separati possiamo dare un occhiata al gruppo di scatto e al gruppo canna-hop up (o per meglio dire Bax-system).

blog7

blog11

La canna esterna è tronco-conica ed è basculante.

blog29

blog30

Il loading nozzle è in plastica come sulle altre repliche KWC.

 

blog6

Ora osserviamo con attenzione il perno dove è installata la molla di ritorno del carrello, come si evince sul perno sono presenti 2 molle: quella anteriore graduata è molto morbida mentre quella posteriore più corta è decisamente più dura.

blog4

Si potrà apprezzare questo accorgimento durante il ciclo di sparo, questa soluzione infatti permette di dissipare gran parte del rinculo provocato dal movimento del carrello che si riflette in una invidiabile stabilità della pistola in fase di sparo aumentando di conseguenza il livello di precisione.

blog5

Al centro del carrello troviamo la rotella che ci permette di regolare il Bax System (una diversa concezione del sistema Hop up realizzata da Cybergun), la differenza sta nella presenza all’interno del gommino di due gobbette laterali (al posto di una singola centrale) che dovrebbe portare a una maggiore stabilità del pallino e quindi a una maggiore precisione.

blog2

In realtà non ho mai avuto un grande feeling con questo sistema (utilizzato sia sulle pistole che su alcuni fucili Cybergun), in quanto non ho mai rilevato i miglioramenti indicati ma al contrario una certa incostanza di funzionamento.

FIELD TEST.

L’ergonomia della Tanfoglio è eccellente come pure il bilanciamento, basta veramente poco per acquisire una buona padronanza della pistola segno dell’ottimo lavoro fatto in fase di progettazione, lo scatto non è leggerissimo ma al contrario di molte repliche è netto e non impastato.

blog32

Il botto derivato dallo sparo è notevole ma il rinculo prodotto è invece molto contenuto (grazie al particolare lavoro delle molle accennato prima), grazie a questa particolarità è molto facile doppiare i colpi e con la pratica si possono ottenere eccellenti risultati producendo ottime rosate.

blog38

Personalmente non mi sono trovato a mio agio con le tacche di mira adottate che risultano essere troppo fini e senza l’ausilio di riferimenti colorati o al trizio mi è risultato difficile mirare con precisione nelle sessioni di tiro rapido o in movimento.

SHOOTING  TEST.

Come accade con tutte le altre repliche funzionanti a gas o a Co2 la scelta del propellente, il tipo dei pallini e del loro peso riveste un importanza fondamentale al fine della precisione. Ho testato la pistola utilizzando diversi tipologie di pallini e propellenti, i migliori risultati sono stati ottenuti utilizzando BB in plastica nelle grammatture 0.23 e 0.20 con shell di Co2 Beretta, i pallini 0,25 si sono rivelati troppo pesanti inficiando il tiro utile massimo mentre con i pallini Biodegradabili la precisione è stata altalenante raggiungendo appena la sufficienza.

Distanza bersaglio 10 metri.

TEST 1

  • King Arms 0,20g in plastica
  • Shell co2 Beretta.
  • 10 tiri mirati a due mani.
  • Potenza 0,93 j.

TEST1

TEST 2

  • Guarder 0,23g in plastica.
  • Shell co2 beretta.
  • 10 tiri mirati a 2 mani.
  • Potenza 0,92 j.

TEST2

TEST 3

  • G&G 0,20g Bio.
  • Shell co2 Beretta.
  • 10 tiri mirati a 2 mani.
  • Potenza 0,93 j.

TEST3

 

TEST VIDEO

PRO

  • Ottimo feeling.
  • Realizzazione.
  • Bilanciatura

CONTRO

  • Verniciatura poco resistente.
  • Field strip poco comodo.
  • Caricatori supplementari costosi.

 

 

 

 

 

Post a comment

You may use the following HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>