PLATATAC MANDRAKE SPECIAL PROJECT KRYPTEK

Z51

Butch Whiting e Josh Cleghorn erano due piloti di elicottero dell’ US Army che hanno fatto la loro conoscenza quando prestavano servizio nella provincia di Ninewa in Iraq, entrambi avevano una grande passione in comune :la caccia grossa, soprattutto in ambienti austeri, il tipo di caccia che spinge sia fisicamente che mentalmente il cacciatore al limite.

Z53

La dura esperienza della guerra ha segnato le loro esistenze ma al tempo stesso ha consolidato il legame di amicizia che li univa, solo chi ha vissuto determinate esperienze riesce a comprendere appieno il significato di parole quali fratellanza, impegno e sacrificio ed è su questi basi che i due una volta terminato il servizio hanno dato vita al progetto Kryptek Outdoor Group.

Z52

L’obbiettivo che Kryptek si prefigge è progettare e creare una serie di capi personalizzati in grado di adattarsi a una moltitudine di ambienti impiegando diversi pattern che condividono il medesimo schema mimetico utilizzando però diverse tonalità di colore, attraverso i  test sul campo e i feedback ricevuti dai clienti  Kryptek è sempre in evoluzione  realizzando dei prodotti in grado di soddisfare ogni particolare esigenza.

z60

L’azienda a tal proposito mantiene uno stretto legame con il mondo militare per poter fornire agli operatori sul campo delle soluzioni in fatto di equipaggiamento che fornisca loro degli strumenti per poter svolgere al meglio le delicate operazioni che li aspettano.

Z57

Il successo e l’apprezzamento che questo nuova tipologia di camo ha ricevuto ha spinto diverse aziende ad acquistare delle licenze per realizzare a loro volta degli equipaggiamenti sfruttando questi nuovi mimetismi, tra queste offerte la più nota è senza dubbio quella della Platatac , la cui collaborazione con le forze speciali australiane ha portato alla nascita della Platatac Special Projects Kryptek , realizzata nelle varianti : Mandrake, Highlander, Thyphon.

z40

Si tratta di un capo abbigliamento da combattimento di nuova generazione, studiato per fornire gli operatori di un indumento in grado di soddisfare appieno requisiti fondamentali quali capacità mimetica, protezione, comodità  e sopratutto funzionalità nei teatri d’impiego.

z23

La combat Platatac ha diversi punti in comune a livello di design con la Combat suite G3 realizzata da Crye Precision e come quest’ultima incorpora diverse soluzioni atte a migliorarne la resa in combattimento dell’operatore che la impiega.

z15

Questo tipo di mimetica nasce per incrementare al massimo la mobilità dell’operatore e al contempo fornire un eccellente livello di protezione alle articolazioni (grazie alla presenza di pad protettivi che difendono da traumi violenti ginocchia e gomiti), la parte superiore (combat shirt) è nata con l’intento di favorire  il ricircolo dell’aria e mantenere cosi il torso ventilato , un aspetto da non sottovalutare in teatri come quello afgano dove la temperatura supera in tranquillità i 40°\45°c .

z44

Andiamo ora a esaminare nel dettaglio  la parti che la compongono:

  • CUTS COMBAT SHIRT

z5

La Platatac CUTS (Cool Under Tactical Shirt) è stata progettata per massimizzare la dissipazione del calore e il ricircolo dell’aria quando si utilizzano dei body armour in ambienti caldi (come ad esempio il teatro medio orientale), questo è possibile grazie all’utilizzo di un busto in cotone elastico, un tessuto leggero e traspirante che riviste quella parte del corpo a contatto con con i vest balistici. Le maniche (collegate da una fascia che corre dietro le spalle) sono invece realizzate in nylon\cotone ripstop , soluzione che abbina protezione e durata del prodotto nel tempo.

z25

La principale differenza rispetto ad altri prodotti di questa categoria è la presenza sulle spalle di un particolare inserto in air mesh che ha lo scopo è aumentare il confort in quella zona del corpo (le spalle) maggiormente sottoposto a stress quando si utilizzano plate carrier o zaini poichè il peso di questi ultimi viene scaricato principalmente sui trapezi.

z17

z27

Le tasche omerali presentano una doppia apertura : velcro\zip, questa soluzione permette di avere un più rapido e comodo accesso alle tasche,  su di essa inoltre è presente una linguetta in velcro che consente di occultare\disoccultare con semplicità eventuali quadrati IR di identificazione.

z12

z13

Sui gomiti è possibile inserire all’interno delle sedi predisposte dei pad protettivi.

z14

  • TAC DAX COMBAT PANTS

z4

z6

Denominati Tac Dax i combat pants realizzati da Platatac si rifanno a livello di design con i ben noti G3 prodotti dalla statunitense Crye Precision anche se differiscono rispetto a questi per una serie di dettagli e per tessuto più spesso.

z36

All’altezza del ginocchio possono essere inseriti i pad a protezione delle articolazioni, come per le gomitiere nel momento in cui non si sente la necessità di utilizzarle basta alzare i flap e utilizzarli come dei semplici pantaloni di una BDU, a differenza dei combat pants Crye il modello Platatac può contare su un maggior rinforzo di questa parte.

z33

z24

La regolazione orizzontale delle ginocchiere avviene tramite una doppia fascia velcrata situata posteriormente, al contrario del modello Crye (e relativi cloni) non vi è nessun tipo di regolazione verticale

z26

I pantaloni dispongono di ben 10 tasche : in vita, sul posteriore, sui fianchi, nella parte frontale e nella parte bassa all’altezza del polpaccio.

z34

z35

In corrispondenza della zona del cavallo e nella superiore posteriore sono stati inseriti degli stretch panel in Schoeller® Nanosphere® per migliorare la mobilità dell’operatore in particolari frangenti come scavalcare un ostacolo, strisciare e aumentare il confort quando si deve restare semplicemente inginocchiati a lungo.

z7

z10

In vita i pantaloni dispongono di una fascia rinforzata per aumentare il confort quando si abbinano ad essi rigger belt\duty belt .

z19

TEST

La combat suite Platatac si è dimostrata essere un eccellente capo tattico, sia a livello di qualità costruttiva che a livello di funzionalità. Il paragone con la G3 Crye è naturale visto che si tratta della stessa tipologia di prodotto, rispetto alla sua controparte americana i pregi su cui può contare sono una struttura più resistente e spessa .

z37

Rispetto alla sua controparte americana i pregi su cui può contare sono una struttura più resistente e spessa, ad esempio ho notato che i rovi fanno molta più fatica a passare e raggiungere la cute e  quando i pantaloni sono utilizzati senza pad offrono un confort migliore dei Crye quando si va in appoggio sul ginocchio grazie al maggiore spessore delle parti rinforzate.

z46

La combat shirt ha un maggiore potere traspirante e quando impregnata di sudore si asciuga più velocemente, al contrario la shirt Crye è più efficace contro il freddo. Parlando di comodità invece entrambe si assestano su livelli eccellenti, con una vestibilità impareggiabile se si ha l’accortezza di scegliere la taglia giusta (fattore fondamentale poichè le combat suite devono vestire attillate per esprimere al meglio le loro qualità).

z42

Nota negativa invece per quanto riguarda le protezioni aggiuntive: i pad offerti da Platatac risultano essere troppo rigidi e non seguono il profilo del ginocchio quando ci si piega.

z29

z28

Questo porta i pad protettivi a essere decentrati non svolgendo il compito per i quali sono stati realizzati, per aggirare in parte il problema il consiglio è utilizzare dei pad diversi e a tal proposito i gen.3 realizzati da Crye sono attualmente i migliori in circolazione.

z21

z22

Va ricordato che la produzione di queste combat suite è limitata e al contrario delle Crye non sono disponibili in migliaia di esemplari, quindi se siete interessati al prodotto è meglio farla vostra prima che sia troppo tardi.

Le uniche note negative di questo prodotto sono l’assenza di regolazioni verticali dei pad (come il corrispettivo Crye) che non consentono una più precisa regolazione delle protezioni.

Attualmente sono disponibili in 3 diversi varianti : Mandrake, Highlander, Thypon.

pattern-mandrake

pattern-highlander

pattern-typhon

TAC DAX : http://emperionstore.com/tac-dax-kryptek-mandrake-special-projects-mkii-platatac-en.html

CUTS : http://emperionstore.com/cuts-kryptek-mandrake-special-projects-platatac.html

z1

2 comments

Post a comment

You may use the following HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>