PGNVG18 SPARTAN AIRSOFT

Il GPNVG18 è l’ultima proposta nel campo della visione notturna ed è portatore di un importante innovazione essendo il primo NVG panoramico ad essere impiegato da truppe di terra, l’origine di questi sistemi infatti risale a una specifica emanata dall’US AIR FORCE per dotare i piloti dei veivoli destinati alle CAS (close air support) come i piloti di A-10, dei C-130 combat talon o degli elicotteri d’attacco AH-64 Apache di un sistema NVG dotato di un campo visivo maggiorato (in grado di visualizzare 97° gradi contro i 40° dei normali NVG mono\binoculari come il pvs 14\15).

L3 Warrior System, la sezione night vision di L3 ha messo a punto una versione destinata all’impiego da parte di comuni soldati: (a dir la verità non tanto comuni essendo dotazione esclusiva dei reparti d’elite statunitense) il GPNVG18 visore panoramico di 3°generazione.

La tecnologia è la stessa impiegata sui visori panoramici in uso nell’aviazione, l’operatore vede i 2 tubi centrali leggermente sovrapposti ai 2 tubi più esterni formando un inedito angolo di visione di 97°. In caso di necessità un singolo tubo può essere staccato e usato autonomamente.

L’alimentazione avviene tramite un Battery pack separato con attacchi standard Anvis (generalmente sistemato nella parte posteriore dell’elmetto), in casi di necessità è possibile alimentarlo anche se per una durabilità limitata tramite una battery pack alimentato da 4 CR123 da 3 volt.

Il maggior guadagno derivato dall’uso di questo nvg è la possibilità per un operatore è di avere anche di notte lo stesso campo visivo che ha durante il giorno fornendo un vantaggio non trascurabile.

La notizia che qualcuno abbia pensato di produrne una replica non può che essere un sollievo per i reenactors più esigenti e se quel qualcuno è Spartan Airsoft, azienda formata da veri appassionati di sof & equipaggiamenti già conosciuta dagli appassionati per alcune sue riproduzioni che si distinguono per la grande cura nei particolari con cui sono realizzati.

Il GPNVG18 Spartan è realizzato in resina, tutti i tubi sono dotati di doppie lenti.

Il Battery Pack è realmente funzionante, il suo scopo è alimentare dei led verdi all’interno dei tubi che producono un effetto di luminescenza verde residua.

L’uscita sul mercato è prevista per l’inizio di quest’anno, resta da vedere il prezzo che sarà necessario sborsare per averlo, certo considerato il livello di dettaglio è facile che non sarà propriamente economico.

Post a comment

You may use the following HTML:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>